martedì 9 febbraio 2016

Tutto quello che so sull'amore

Dell'amore so molto.

Ne conosco la forma. E' una sfera perfetta che scivola sulle superfici, ruota intorno alle cose, mette in moto ingranaggi e stimola energie.

Ne intuisco il colore che muta col vento. Rosso passione, rosa confetto, verde speranza o blu notte.

Conosco la forza della sua determinazione. E del coraggio. E il suo lato oscuro, intimo e perverso. L'amore malato che sfrutta se stesso per riempire le voragini dell'anima sola. L'amore ossessivo che erge l'amato a oggetto di culto, cieco come la fede. L'amore simbiotico e dipendente, quello gioioso e puro. L'amore superficiale e bambino, quello immaturo.

Dell'amore indovino le gesta. Eroiche e pazze. Irrazionali, programmate, irragionevoli.

Ne scorgo la postura sinuosa, i sorrisi e le mani. I balletti, i giochi, gli equilbri.

Dell'amore so poco.

Mi sfugge la logica che non dovrebbe apparire. La spontaneità mancata, l'abitudine grigia, le parole forzate.

Non so dell'inizio, del mistero della scintilla, del processo dell'attrazione, della chimica.

Non conosco la differenza tra fare del bene in suo nome e farsi del bene grazie al suo nome.

Soprattutto, dell'amore mi manca il motivo.

Ed è per questo che, forse, dell'amore, in realtà, non so nulla.

Che sia l'amore tutto ciò che esiste
E' ciò che noi sappiamo dell'amore
E può bastar eche il suo peso sia
Uguale al solco che lascia nel cuore

 Emily Dickinson

2 commenti:

  1. evviva! bentornata pri ti abbiamo aspettato tanto e ora non ci lasciare eh... susi

    RispondiElimina